Siccome il pilastro 3a serve sostanzialmente alla previdenza per la vecchiaia, i soldi possono essere prelevati anticipatamente solo in pochi casi eccezionali disciplinati dalla legge. Ne risulta un lungo orizzonte d’investimento, fino a 47 anni, il che fa sì che il pilastro 3a sia ideale per un investimento in titoli. Nella pratica, a seconda della strategia consigliata si stima un orizzonte d’investimento di 5-10 anni. Un investimento in titoli permette all’intestatario della previdenza di beneficiare di maggiori probabilità di rendimento rispetto a un semplice conto. In caso di investimento in titoli bisogna però mettere in conto determinate oscillazioni dei corsi, mentre optando per un conto si punta su un rendimento molto basso, ma costante. Nell’attuale contesto di interessi bassi può valere la pena rivedere la propria strategia: gli interessi versati da molti offerenti sono già molto più bassi dell’inflazione prevista – a conti fatti si hanno quindi meno soldi in tasca. Se invece disponi di un orizzonte d’investimento molto breve o non vuoi rischiare alcuna oscillazione di valore, ti consigliamo il semplice conto. Scarica l’app gratuita VIAC e scopri, durante il processo di apertura, che tipo d’investitore sei e qual è la strategia più adatta a te!