Il trading di VIAC ha luogo settimanalmente il martedì (eccezione: non si fa trading tra Natale e Capodanno). I depositi sono quindi investiti settimanalmente e i cambiamenti di strategia possono essere implementati su base settimanale. Il martedì, poco dopo le 9:00, viene iniziato il calcolo degli ordini di borsa di tutti i clienti. Qualsiasi cambiamento di strategia deve quindi essere inserito nell’app prima delle 9:00. Per andare sul sicuro, è consigliabile fare questi cambiamenti la sera prima.

Si distingue tra tre casi per il collocamento e la contabilizzazione degli scambi:

ETF (Exchange Traded Funds)

Gli scambi di ETF sono inoltrati alla borsa immediatamente dopo il completamento del calcolo (la mattina stessa del trading day). La contabilizzazione avviene con t+2, cioè con un ritardo di 2 giorni lavorativi, di solito il giovedì. Il periodo di contabilizzazione di t+2 corrisponde alla pratica abituale della borsa.

Fondi indicizzati con t+2

I fondi indicizzati possono essere scambiati solo una volta al giorno al prezzo di chiusura (NAV; net asset value). Tutti i fondi indicizzati senza esposizione all’Asia sono regolati al prezzo di chiusura del trading day. Qui è rilevante il prezzo di chiusura delle azioni o dell’indice sottostante; per esempio, il prezzo di chiusura della borsa americana è decisivo per le azioni americane. Anche qui, la contabilizzazione avviene con t+2 il giovedì.

Fondi indicizzati con t+3

I fondi indicizzati con esposizione asiatica sono scambiati al prezzo di chiusura del giorno successivo. La ragione di ciò è che le borse asiatiche sono già chiuse al momento dell’ultimo ordine (orario di chiusura) (a causa della differenza di orario). La sottoscrizione e il riscatto avvengono anche qui al prezzo di chiusura delle azioni sottostanti, che possono quindi essere regolate solo il giorno successivo. Di conseguenza, la contabilizzazione avviene con t+3, cioè con un ritardo di 3 giorni lavorativi rispetto al trading day – da previsione il venerdì.

Importante:

  1. la performance decorre dal rispettivo momento di acquisto, anche se la contabilizzazione avviene più tardi. La contabilizzazione alla data di valuta t+2 o t+3 non è quindi rilevante per la performance, perché si partecipa già all’andamento del mercato dal momento dell’acquisto. Tuttavia, il flusso effettivo di denaro (Settlement) avviene il giorno della contabilizzazione, che è decisivo per il calcolo degli interessi e delle commissioni.
  2. Ottimizziamo costantemente tutti i costi legati al trading attraverso il Pooling e Netting e trasferiamo il 100% dei risparmi sui costi direttamente ai nostri clienti.
  3. se le borse sono chiuse per giorni festivi, la contabilizzazione può richiedere più tempo di quello indicato sopra.